Da Parigi a Londra in bici ciclabile Avenue Verte- quarto giorno

Guide

 …e finalmente venne il sole a scaldarci in questa tappa da Forges les Eaux a Dieppe. Si lascia la bella stazione termale per raggiungere l’interessante città portuale dove prenderemo il traghetto per Newhaven.

Percorso fantastico quasi totalmente su ciclabile con numerosi paesi dove fare una sosta. Le indicazioni della ciclabile abbondano. La ciclabile ripercorre la vecchia ferrovia.

Tutte le ex stazioni sono ora delle accoglienti brasserie. Primo arrivo intermedio della giornata il bel paese di Neufchatel en Bray. Merita veramente una sosta. Oltre alla chiesa di Notre Dame del XII secolo è carino tutto il paese: pieno di fiori e costruzioni tipiche .  Pochi km dopo sulla dx appare maestoso il Castello di Mesniere en Bray.

 

Non si può però visitarlo dato che attualmente è sede di un collegio e di una scuola di agricoltura. Pensate a che bello che deve essere studiare in un castello?  Da qui a Dieppe si susseguono numerosi parchi naturali, visitabili tutti gratuitamente. Per un amante come me della natura è il paradiso. Zero macchine e solo natura. Personalmente mi ha molto colpito il parco didattico Guy Weber. E’ un parco di rara bellezza con riserva ornitologica, orto botanico e giardino di piante officinali gestito da ragazzi con handicap.

 

La zona è un susseguirsi di laghi e castelli (ad. es. il castello di Arques la Bataille).  Dopo circa 60 km, oggi quasi tutti in discesa si arriva a Dieppe. Peccato che abbiamo avuto solo poche ore per visitarla perché è una cittadina piena di storia e bellezze naturali.  La costa d’alabastro con le sue alte e bianche falesie fa veramente effetto. Non vi nego che dopo quasi 250 km in bici vederle e ‘stato ancora più emozionante. Piccola impresa per un non ciclista.  Parte terminale della giornata odierna l’attraversamanto della Manica in traghetto. Quante intense emozioni in un’unica giornata. W la bici come mezzo per fare turismo.

Lascia un commento