Riscopriamo il tracciato della transumanza

Guide

Tratturo Regio (Pescasseroli-Candela) tratto Casalbore – Camporeale di Ariano Irpino.

Uno straordinario viaggio di #turismodiprossimita e #turismoesperienziale sul Tratturo Regio fatto di storia, colori, paesaggi mozzafiato, biodiversità profumi inediti.                                                                                                                            “Greggi e Armenti seguendo l’istinto, il moto delle stelle il corso dei fiumi, i colori dell’orizzonte, i pastori migranti tracciavano sentieri irripetibili che disponendosi come meridiani ed i paralleli coprivano in maniera uniforme il territorio, scambio di merci e incontro di genti” (Agrihostgiuseppe)

Ripartiamo – Vogliamo ritrovare l’energia per ripartire, dopo questa lunga pausa di inattività causa covid19, assieme a voi tutti. Avevamo pensato di ripartire organizzando tre cammini in mobilità lenta sul territorio, abbinando movimento, sapori autentici di una volta e paesaggio naturale, ideale per la salute e benessere fisico. La ripresa la intendiamo intraprendere calpestando il terreno di tre grandi vie di comunicazione della viabilità antica che sono state da volano e sostentamento del territorio, vie rurali che per millenni è fluita la vita economica e sociale del sud; la via del Tratturo Regio, la via Traiana e quella dei pellegrini via Micaelica diretti sul Gargano. Patrimoni di storia dell’architettura rurale che oggi vuole ritornare alla vita attraverso il rilancio di un – turismo di prossimità – culturale quello appena fuori casa, tra borghi di piccoli paesi eco sostenibili, biodiversità e sapori autentici. L’obiettivo del trekking è far vivere la civiltà della transumanza e zone archeologiche attestate al IV sec.A.c., percorrendo a piedi un tratto del tratturo in uno spettacolare viaggio dove per secoli in questo periodo i pastori con i loro greggi “migravano “dall’Abruzzo nel Tavoliere della Puglia.  Oggi noi in particolare con questa passeggiata, vogliamo coniugare lo sport con il turismo ambientale e culturale, consentendo di rinverdire l’antico fenomeno della transumanza che costituisce un prezioso tesoro della storia delle nostre genti, e nel frattempo di tutelare e valorizzare le vie lungo le quali tale storia si è costituito. Lungo l’itinerario si potranno visionare le ultime tracce dell’antico fenomeno della transumanza e dei Tratturi, da qualche anno riconosciuta da parte dell’Unesco (patrimonio mondiale dell’umanità) Le taverne, le dogane, necropoli, cippi, muretti a secco, fontane, riposi, stazzi, largari, croci viarie, masserie, locande, chiese, santuari, torri e castelli, grotte, palazzi, risorse naturalistiche, le piante, i fiori, gli animali, il paesaggio rurale, le produzioni tipiche.

E’ opportuno dotarsi di scarpe da trekking, bastone, abbigliamento adatto alla stagione. Si invita tutti al rispetto del distanziamento sociale, no assembramenti. Possibilità di pernottare dalla sera prima per godere di un meraviglioso weekend. – Informazioni e contatti: 333.7737555 – 0825.849111 – 849020 – info@agrisantelia.it – https://www.facebook.com/masseriasantelia.oasiwww.agrisantelia.it

 

 

Lascia un commento